Home

La mediazione reclamo non esiste più

L'istituto del reclamo-mediazione è stato abrogato dal Decreto Legislativo n. 220/2023, e tale abrogazione è entrata in vigore a partire dal 4 gennaio 2024. Questo significa che, da tale data, il contribuente non può più accedere alla procedura di mediazione per cercare di definire bonariamente con l'Amministrazione finanziaria le cartelle di pagamento. Elaborazione AI.

Leggi tutto…

La marca da bollo da 2 euro fa reddito

12224142657?profile=RESIZE_710x

L'Agenzia delle entrate ha recentemente affermato che la marca da bollo da 2 euro, inclusa la versione virtuale, contribuisce all'incremento del reddito del soggetto che la emette. In passato, molte persone utilizzavano questa marca da bollo per le fatture o le ricevute occasionali, ma ora è stata in gran parte sostituita dalla versione virtuale nelle fatture elettroniche. La regola principale era che la data della marca da bollo doveva essere precedente o almeno contemporanea alla data della fattura, ma ora c'è un nuovo aspetto da considerare.

La marca da bollo è un'etichetta adesiva da applicare a documenti fiscali, fatture e…

Leggi tutto…

Aggiornamenti sul processo tributario telematico

La procedura relativa al contenzioso è stata aggiornata per garantire maggiore efficienza e conformità. Una delle modifiche significative riguarda la sottoscrizione degli allegati, che ora è diventata facoltativa anziché obbligatoria.

Tuttavia, per quanto riguarda i ricorsi e gli appelli, rimane l'obbligo di sottoscrizione digitale sull'atto principale (ricorso, appello, controdeduzione). L'omissione di tale firma comporta l'inammissibilità del documento.

Un'altra novità introdotta riguarda il deposito effettivo degli atti, che avviene solo dopo la validazione dei file caricati. Nel caso in cui non sia disponibile nel menù l'opzione corrispondente al tipo di documento che si intende depositare, è sempre possibile selezionare la categoria generale.

Il sistema…

Leggi tutto…

L'obbligazione solidale

L’obbligazione solidale tributaria nasce da disposizione di legge e obbliga più soggetti al pagamento della medesima imposta. Può essere paritaria o dipendente a seconda del concorso alla realizzazione del presupposto dell’imposta: paritario quando i soggetti concorrono (es. le parti contraenti ai fini dell’imposta di registro), dipendente quando alcuni di essi non hanno partecipato alla realizzazione del presupposto del tributo (es. il pubblico ufficiale che ha redatto l’atto di compravendita sempre ai fini dell’imposta di registro).

La giurisprudenza e la dottrina correttamente ritengono che la solidarietà tributaria paritaria e dipendente non configurino sempre ipotesi di litisconsorzio necessario. L’art 14, comma 1 del 546/92 dispone che: “Se l'oggetto del ricorso riguarda inscindibilmente più soggetti, questi devono essere tutti parte nello stesso processo e la controversia non può essere decisa limitatamente ad alcuni di essi”. La norma fa riferimento al ricorso e non…

Leggi tutto…

Per info e contatti

Email: info @ ricorsotributario.com

Tel. 02 5656 6201

Contenzioso Tributario

Milano Lodi Brescia
Bergamo Mantova Como
Novara Lecco Piacenza
Alessandria Asti Biella
Cuneo Torino Verbano-Cusio-Ossola
Vercelli Aosta Cremona
Monza e della Brianza Pavia Sondrio
Varese Bolzano Trento
Belluno Padova Rovigo
Treviso Venezia Verona
Vicenza Gorizia Pordenone
Trieste Udine Ancona
Ascoli Piceno Fermo Macerta
Pesaro e Urbino Campobasso Isernia
ModenaMonza e BrianzaNapoli
NovaraNuoroOristano
PadovaPalermoParma
PaviaPerugiaPesaro e Urbino
PescaraPiacenzaPisa
PistoiaPordenonePotenza
PratoRagusaRavenna
Reggio CalabriaReggio EmiliaRieti
RiminiRomaRovigo
SalernoSassariSavona
SienaSiracusaSondrio
TarantoTeramoTerni
TorinoTrapaniTrento
TrevisoTriesteUdine
VareseVeneziaVerbano-Cusio-Ossola
VercelliVeronaVibo Valentia
VicenzaViterbo

Norme e Tributi

Guida a Norme e Tributi